P. Michele Tomaszek

È nato il 23 settembre 1960 a Łękawica, nell’arcidiocesi di Cracovia, nella terra di Żywiec, figlio di Michele Tomaszek e Mieczysława Barbara Rodak. È stato battezzato a Łękawica nella chiesa di san Michele il 23 ottobre 1960. Il padre è morto nel 1969, lasciando la vedova con quattro figli: Michele, il fratello gemello e due sorelle maggiori.
Ha iniziato la scuola elementare nel 1967 ed ha terminato nel 1975, frequentando insieme all fratello gemello la scuola nel suo villaggio Łękawica. Il catechismo presso la parrocchia lo ha preparato per accogliere la Prima Comunione e lo ha introdotto nella vita sacramentale. Come chierichetto egli curava una profonda partecipazione alla S. Messa. La pagella della VII classe contiene il massimo dei voti in comportamento e ottimo in religione. Era reputato un ragazzo buono, disciplinato, di buone capacità d’apprendimento.

Bisogna supporre che la vocazione al sacerdozio e alla vita religiosa si sia manifestato nella vita di Michele relativamente presto. Proveniva da una famiglia devota, a Rychwałd nei pressi di Łękawica lavoravano i francescani, ai quali ha iniziato subito ad interessarsi. Pensando di continuare lo studio nella scuola media, dopo aver scoperto che la provincia dei francescani di Cracovia gestiva a Legnica il Seminario Minore, ha deciso di entrarvi, rimanendo dal 1975 al 1980. I suoi formatori in questo periodo erano il p. maestro Włodzimierz Pado, insegnante di lingua polacca e p. maestro Eduardo Maciejewski.

Studiando a Legnica, Michele ha ricevuto la Cresima il 21 maggio 1976 nella chiesa di san Giovanni. Durante la scuola media dedicava parecchio tempo alla preghiera privata nella cappella del seminario. Ogni sera inoltre, dopo lo spegnimento della luce, si inginocchiava davanti alla figura di Maria Santissima Immacolata, che aveva portato dalla sua casa di famiglia. Ha sostenuto l’esame di maturità nel liceo di Legnica, ottenendo il certificato di maturità il 20 maggio 1980. Dopo l’esame di maturità si è presentato come candidato all’Ordine francescano. Ha deposto la sua richiesta il 5 giugno 1980, poco dopo aver ricevuto l’attestato di maturità. Ha scritto tra l’altro: “Sono convinto da molto tempo di avere la vocazione al sacerdozio e alla vita religiosa, avendo avuto l’occasione di meditarlo profondamente nel Seminario Minore a Legnica. Il mio desiderio è lavorare nelle missioni per servire in questo modo Dio e l’Immacolata”. La risposta favorevole del provinciale p. Juliusz Synowiec del 21 luglio 1980 comunicava al candidato l’arrivo il 20 agosto a Łodz-Łagiewniki per iniziare il ritiro e poi partire per Smardzewice per intraprendere il noviziato.

Ha ricevuto l’abito religioso il 4 ottobre 1980, nel giorno della solennità di san Francesco d’Assisi, dalle mani di p. Marco Hałambiec, vicario della provincia di Cracovia. La prima professione religiosa ha avuto luogo il 1 settembre 1981 a Smardzewice. Fra Michele ha svolto gli studi di filosofia e teologia nel Seminario Maggiore dei Francescani, collocato nel convento di Cracovia. Vi ha studiato negli anni 1981-1987. I suoi colleghi dei tempi del seminario mettono in risalto il suo zelo religioso, la volenterosa collaborazione nei lavori occasionali, l’attiva partecipazione nel catechismo degli handicappati e nella preparazione degli strumenti pastorali e catechistici.

Il 7 marzo 1984 il p. provinciale Felice Stasica gli ha conferito il ministero del lettorato e il 28 luglio 1985 a Legnica ha ricevuto il ministero dell’acolitato. L'8 dicembre 1985 a Cracovia egli ha emesso davanti al provinciale i solenni voti religiosi. È stato ordinato diacono il 7 giugno 1986 a Breslavia dal card. Enrico Gulbinowicz. Dopo la discussione della tesi del magistro in teologia morale sotto la direzione di p. dr Marian Lisowski e dopo aver superato il 15 maggio 1987 con un ottimo voto l’esame di magistro, ha conseguito il 26 giugno 1987 il diploma di magistro in teologia, conferitogli dalla Pontificia Academia Teologica di Cracovia. Ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale il 23 maggio 1987 nella basilica di san Francesco a Cracovia dal vescovo ausiliare di Cracovia Albin Małysiak.

Per due anni, dal 1 giugno 1978 al 25 luglio 1989, ha lavorato nella parrocchia francescana a Piensk. Vi svolgeva il ruolo di vicario parrocchiale e catechista. Si è inserito nel lavoro pastorale con grande entusiasmo e zelo giovanile, conquistando subito la fiducia dei fedeli. Abituato a Cracovia alla catechesi degli handicappati, anche a Piensk svolgeva le attività con loro. Per la sua bontà, la gentilezza, la compassione dimostrata verso le persone bisognose, una delle parrocchiane lo ha soprannominato "secondo san Francesco". Era dedicato con tutto il cuore a Dio e agli uomini.

Durante il lavoro pastorale a Piensk egli è venuto a sapere che i suoi due confratelli più grandi, p. Strzałkowski e p. Wysoczański sarebbero presto partiti per le missioni in Perù. Si è rivolto allora al p. provinciale Felice, chiedendo di poter partire con loro. La situazione si è però evoluta in modo tale che solo nel 1989 è nata l'esigenza di inviare in Perù un terzo sacerdote. Ai padri Wysoczańskiego e Strzałkowski si è aggiunto nel luglio del 1989 p. Tomaszek. In vista della partenza egli ha intrapreso la preparazione necessaria per procurarsi il permesso per la partenza. Il passaporto polacco è stato rilasciato il 13 marzo 1989, il visto dell’ambasciata del Perù è stato emesso a Varsavia il 10 maggio 1989, il biglietto aereo Varsavia-Mosca-Lima è stato comprato per il 24 luglio. Il congedo di p. Michele con la parrocchia a Piensk ha avuto luogo il 18 giugno 1989.

image_pdfimage_print

Comments are closed.